Il pericolo del falso risparmio

Siete proprio sicuri che puntare al risparmio in fatto di pulizie sia davvero la scelta migliore? Certo in prima battuta avrete anche risparmiato qualche euro, ma non passeranno molti giorni che vi dovrete ricredere. E alla fine spenderete molto di più perché sarete costretti a chiamare qualcun altro a completare, o ancor peggio a rifare ex novo, il lavoro di cui avete bisogno. Magari con urgenza.

Con l’aggravante che, oltre al denaro, avrete sprecato anche il vostro tempo.

La verità è una sola, e vale per qualsiasi settore: ciò che aiuta a mantenere i prezzi troppo bassi è la cattiva qualità. Nel caso delle imprese di pulizie la cattiva qualità può prendere la forma di trattamenti dai risultati insoddisfacenti o di breve durata, oppure può essere “alimentata” con l’utilizzo di prodotti di serie B (attenzione a non rovinare le superfici). Cambia poco perché il risultato è sempre lo stesso: pessimo.

Ecco dunque le tre chiavi per scongiurare brutte esperienze, e non solo in fatto di pulizie. Uno: meglio scegliere chi conosce veramente il mestiere. Due: non farsi tentare da preventivi sottocosto, nella maggior parte dei casi chi gioca al ribasso non è in grado di assicurare un servizio professionale. Tre: rivolgersi a un’impresa seria, che riesca da un lato ad assicurare la qualità e dall’altro a commisurare il prezzo adeguandolo al lavoro. Come un vestito su misura. Con onestà.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *